18/08/12

MMA & THAI BOXE & ALLENAMENTO FUNZIONALE

MMA

 

Le arti marziali miste (spesso indicate con l'equivalente inglese Mixed Martial Arts, MMA o in portoghese Valetudo) sono uno sport da combattimento a contatto pieno. Nelle MMA è infatti permesso utilizzare tecniche e colpi di diverse arti marziali/sport di combattimento.

Una competizione di MMA si svolge in piedi e a terra con l’utilizzo di tecniche di grappling (portate a terra, strangolamenti, leve articolari) e di striking (pugni, calci, gomitate, ginocchiate). Questo sport permette ad atleti di diverse arti marziali/sport di combattimento di competere tra di loro.

Nella competizione di MMA gli atleti possono vincere per KO, submission (sottomissione) o per decisione dei giudici.

Le origini si possono datare alle prime testimonianze della pancrazio ai giochi olimpici dove i lottatori usavano tecniche di pugno e calcio, sgambetto e leve articolari per vincere sugli avversari. Anche quest’arte come tante altre nel corso del tempo ha subito modifiche e assorbito tecniche diverse di diverse discipline fino ad arrivare ad oggi dove il fighter di MMA é completo sia nella lotta in piedi sia nella lotta a terra usando tecniche di muay thai, box, karate, ju jitsu, judo, lotta greco romana e così via.http://www.mmamania.it/info-iniziali-e-faq/origini-delle-mixed-martial-arts/

Boxe Thai

 

Le origini della muay thai ( boxe thai ) sono antiche quanto l’ uomo: nasce infatti in mezzo al popolo come difesa dagli invasori diventando cosi efficacie da essere impiegata poi anche dagli eserciti. Persino gli aristocratici impararono questa tecnica e vollero che ogni thai appartenente a qualsiasi classe sociale imparasse la muay thai. Conosciuta poi in tutto il mondo venne modificata per renderla accessibile a tutti, ma ancora oggi i thai mantengono le tradizioni di quest’ arte rendendola uno degli sport da combattimento da ring più efficaci.http://www.muaythaicombat.it/thai-boxe/storia-muay-thai.html

 

KETTLEBELL & ALLENAMENTO FUNZIONALE

 

KETTLEBELL E STUDI

 

-         Nel 1983 Voropayev studiò per alcuni anni due gruppi di atleti. I partecipanti furono testati in esercizi di sprint, forza e resistenza (trazioni alla sbarra, salti verticali, scatti, corsa su media distanza). Il gruppo di studio si allenava esclusivamente con i kettlebell; il gruppo di controllo eseguiva un programma di allenamento tipico per queste discipline. Al termine dello studio, il gruppo di studio superava gli atleti del gruppo di controllo in tutte le discipline testate.

-         Veropayev 1997 studia gli incrementi di mass magra e i decrementi di massa grassa negli abituali praticanti Kett.

-         Lopatin, nel 2000, prova l’efficacia dell’allenamento con i kett nella prestazione di corsa ad ostacoli, paragonando un gruppo di kett a un gruppo di atleti che si allenavano nella stessa disciplina con metodi tradizionali

 

VANTAGGI KETTLEBELL

 

-         Attivazione di lunghe catene muscolari: condizionamento fisico generale

-         Attivazione delle principali catene coinvolte praticamente in tutti gli sport: si allenano gesti non muscoli. L’attivazione di grande gluteo, bicipite femorale, quadricipite femorale è alla base della funzione propulsiva della catena estensoria dell’anca.

-         Grande attivazione del Core addominale con importante funzione di protezione della colonna

-         Molti movimenti hanno una grande influenza nel rinforzo della spalla  sia in stabilizzazione che in dinamica

-         Possiamo garantire miglioramenti in tutti gli sport attraverso l’allenamento con le K.

-         L’ipertrofia non è solo estetica ma funzionale il che rende un atleta molto più completo.

-         Essendo il carico decentrato non esistono momenti di detensione

-         Incrementa la lipolisi: lo spostamento di grandi masse muscolari porta in brevissimo tempo a deficit di O2 con incremento di EPOC. Questo comporta un incremento dell’ossidazione dei grassi post allenamento e nelle ore successive: lipolisi proporzionale all’intensità dell’esercizio.

-         Lavora su tutti i sistemi energetici: a seconda di carico e modalità possono essere sollecitati anche tutti insieme

-         Incrementa mobilità e flessibilità articolare lavorando le articolazioni per l’intero range di movimento

-         Incrementa la mass muscolare: le ket non hanno punti morti

-         Migliora sistema cardio-vascolare e cardio-respiratorio: lavorando su lunghe catene cinematiche, partendo dal basso verso l’alto e viceversa, ogni esercizio con i kett segue “naturalmente” la metodica del PHA. In questo metodo si alternano nell’allenamento aree muscolari distanti tra loro. Questa sequenza costringe i sistemi cardio-circolatorio e cardio-respiratorio ad un lavoro maggiore, dovendo spostare fluidi ematici alternativamente in aree distanti tra loro.

 

ALLENAMENTO FUNZIONALE è quel tipo di allenamento relativo alla funzione per cui il muscolo esiste e si è evoluto e serve per migliorare l’una e l’altra cosa. Il muscolo deve essere allenato secondo la sua azione (applicazione frequente nelle palestre) e secondo la sua funzione (caratteristica spesso trascurata).

 

IL CORSO PREVEDE L’UTILIZZO DEI SEGUENTI ATTREZZI :

 

-        TRX

-        Step

-        Fune

-        Elastici  da traino

-        Corde da salto

-        Swiss ball

-        Kettlebell

-        Sand bag

-        Coreboard

-        Palla medica

-        Pesi liberi

-        Cavigliere

-        Walking

Una metodica consolidata e di grande efficacia!

Indietro / Back

Stampa / Print